Il lungo (e infinito) viaggio dell'Orient-Express

Aggiornato il: 6 giorni fa

La parola Orient-Express è una di quelle che, nella nostra storia, evoca immediatamente un mondo di sensazioni, emozioni, aspettative... grazie ai numerosi racconti, film, musiche su questa leggenda delle ferrovie, esso si è ritagliato uno spazio nella parte della nostra anima che è, di sua natura, proiettata verso l'ignoto.


La sua storia affonda le radici nel Diciannovesimo secolo quando, il 5 Giugno 1883, il primo convoglio lasciò Gare de L'Est, a Parigi, per raggiungere Vienna. Il suo percorso mutò con il passare del tempo e nuove tratte si aprirono: l'Orient-Express classico viaggiava fino ad Istanbul, passando per Monaco e, attraverso l'Impero Austro-Ungarico, penetrava nel misterioso ed esotico mondo balcanico, fino a Costantinopoli, da sempre ponte fra Oriente e Occidente. Viaggiare sull'Orient-Express significava mescolarsi ad altre nazionalità, ad altre etnie, respirare le vite degli altri e riempirsi le orecchie con inflessioni straniere, lasciandosi cullare dal suono monotono delle rotaie, vedendo nascere (forse) amicizie, dissapori... e storie d'amore! Su di esso Agatha Christie ha scritto uno dei suoi libri più famosi, mentre in molti film il treno è stato set privilegiato (ed. Dalla Russia con amore).

Accanto al classico tragitto ce ne furono altri, fra cui il Simplon Orient-Express che attraversava il nord Italia, passando da Milano, Venezia, Trieste e penetrando anch'esso nei paesi balcanici.



Grazie all'esperienza del Radiodramma, maturata durante la Quarantena, possiamo anche noi, nel nostro piccolo, sbarcare finalmente su quest'icona fuori dal tempo, attraversando, se pur con la fantasia, li suoi vagoni letto eleganti, gustando i cibi prelibati serviti nella carrozza ristorante, o fumandoci un sigaro nell'elegante

La cortina di ferro

vagone bar, chiacchierando con qualche tenebroso straniero dall'occhio indagatore!


E per omaggiare il ricordo dell'Orient-Express abbiamo scelto il 1962, anno dell'ultima corsa del famoso convoglio. Un anno difficile, per Gioca Mistero sconvolta dalla morte di Victor Jaspen avvenuta l'anno prima, e per l'Europa, ritrovatasi da un giorno all'altro divisa in due dalla Cortina di ferro e percorsa continuamente da venti di guerra e spie ad ogni angolo...



La prima puntata di PROSSIMA FERMATA: OMICIDIO andrà in onda stasera, 14 Maggio 2020, alle ore 21:00*


*I tempi di messa in onda possono variare di circa 15 minuti in base alle varie piattaforme di ascolto.





14 visualizzazioni
  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon
  • Black Instagram Icon